10 mesiNon è trascorso nemmeno un giorno, da quando il mio piccoletto ha compiuto 10 mesi, che la fase del gattonamento e dei primi spostamenti in autonomia è arrivata! E se prima non vedevo l’ora che Matteo raggiungesse l’autonomia, ora che si sposta libero e felice per casa… mi dico: beh poteva aspettare un altro po’! E’ vero che è sempre un’emozione vedere i propri figli raggiungere piccoli e grandi traguardi, soprattutto nel primo anno di vita, ma come vi avevo annunciato qualche mese fa, con i primi spostamenti iniziano anche i primi guai, i primi “cattivi servizi” se vogliamo chiamarli così e due… quattro occhi per controllare che tutto vada bene, davvero non bastano! Siccome il mio piccoletto è molto, ma molto diverso dalla mia primogenita questi 10 mesi di Matteo saranno un’esperienza del tutto nuova,  per me e per mio marito!

Come Matteo tanti altri bambini a quest’età iniziano a partecipare in modo più attivo alla vita quotidiana familiare ed apprendono tante cose nuove. A 10 mesi ormai la strada dell’autonomia (e nello specifico della deambulazione autonoma) è vicina!

I 10 mesi sono un periodo importante nel bambino fatto di cambiamenti in positivo e di nuove acquisizioni. Sia da un punto di vista motorio, ma anche del linguaggio e per quanto riguarda le abilità sociali e cognitive.  A quest’età il bambino, in generale, inizia a gattonare e a spostarsi per casa: non tutti i bambini certo raggiungono questa tappa, anzi altri possono addirittura saltarla e camminare direttamente. Inoltre il bambino sperimenta altre abilità motorie come tirarsi su aggrappandosi ai mobili, alle sedie, ai divani etc. Matteo si tira su infatti aggrappandosi al divano afferrando gli oggetti che magari sono presenti su quest’ultimo, ma non riesce ancora a stare in piedi, in stazione eretta. Man mano che il bambino gattona perfeziona sempre più i movimenti diventando sicuro e veloce e ritorna a stare seduto, dalla posizione quadrupedica, con molta facilità.

Più di tutto, in questo periodo emerge la personalità del piccolo, come genitori infatti riuscirete a capire già più o meno il carattere del vostro bambino. Magari già protesta se viene messo nel passeggino o nel seggiolino dell’auto, oppure fa capire con insistenza se vuole un oggetto, un gioco… Le abilità sociali sono in evoluzione: può sorridere a tutti quelli che incontra per strada, ma può anche sembrare inizialmente timido, nascondendo il suo viso, in vista di estranei che tentano di interagire con lui. Sono presenti alcuni gesti sociali come fare ciao sia su richiesta che spontaneamente, come quando ad esempio vede che qualcuno si avvicina alla porta o mette la giacca per andare via! E’ quello che fa mio figlio tutte le volte che vede prendere cappotti, cappelli… etc… a parte la gioia perché capisce che stiamo per uscire ma inizia a salutare con la manina a tutti! Altri gesti che possono imparare a quest’età (ma anche prima) sono ad esempio “batti le manine”; “caccia la lingua”; “dai un bacio” etc… Le abilità imitative si sviluppano molto a quest’età, il bambino infatti imita gesti ma anche suoni e spesso li ripete spontaneamente per attirare l’attenzione dell’adulto. Anche i suoni sono emessi in modo più frequente, spesso sono associati a gesti ed iniziano a sembrare vere e proprie parole! Da questo punto di vista in famiglia noi abbiamo la traduttrice personale del piccolino… cioè Marta la primogenita, che ad ogni suono emesso lei traduce: “ha detto no” oppure mamma Ha detto “nonno” etc… AhAhAh!!!

Adesso attendo con ansia… rispettando sempre i suoi tempi ovviamente… che arrivi la tanto attesa deambulazione. Ma ahimè… si salvi chi può! Adesso e combina tanti guai figuriamoci poi!!! Come sempre vi terrò aggiornate! Tutti i bambini sono unici e i progressi e le varie tappe vengono raggiunte a seconda del ritmo del bambino. Solitamente le linee guida dello sviluppo evolutivo segnano cosa potenzialmente il bambino potrebbe raggiungere a quell’età ma non è detto che sia così. A noi genitori non spetta che accompagnare il nostro bambino nel proprio percorso di crescita. Per ogni dubbio sempre meglio chiedere al pediatra di fiducia.

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

  1. DanielaDaniela

    Tra un pò lo vedrai al volante col papà! 😉

    • Manca solo quello!!!Magari in moto ahahaha

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub