zainoVi siete mai trovati fuori la scuola elementare della vostra città? Quanti bambini avete visto felici con il loro zaino sulle spalle?! Beh non credo tanti e sapete perché? Perché oggigiorno sono i genitori a portare lo zaino del proprio figlio sulle spalle (almeno di prima e seconda elementare) mentre lo accompagnano a scuola… e tutto questo per il semplice fatto che: il peso dello zaino supera di gran lunga il peso dello stesso bambino!!!

Questo post assolutamente non è contro nessuno, né contro le maestre, né contro il sistema scolastico! E’ giusto che il bambino impari e che lo faccia con i nuovi metodi di studio che col tempo si evolvono! Questo però vuole essere uno sfogo di una mamma (ovvero io) che tutti i giorni lascia la sua bimba (di prima elementare) sotto casa per prendere lo scuolabus, con la speranza che faccia ritorno a casa incolume e non rimanga schiacciata sotto il peso del proprio zaino nel tragitto dal pulmino all’aula e viceversa. E vero, è pur sempre accompagnata da un adulto, ma non c’è solo lei a cui badare e tutti gli altri bambini, sono comunque nella stessa situazione! Ma come fare?

Da premettere che non mi aspettavo così tanti libri in prima elementare, ero forse rimasta a quando io da bambina ho fatto la prima elementare: uno o forse due libri con due quaderni, solo dalla terza elementare c’era il sussidiario, un libro un po’ più doppio di spessore poiché comprendeva tutte le materie, ma comunque ne era uno solo! Quest’anno abbiamo preso circa 10 libri di testo per la scuola ed acquistato un altro a parte consigliato dalle maestre. Sono libri suddivisi in fascicoli, per carità, ma se per ogni materia ce ne sono circa tre che servono a scuola in un determinato giorno, sommati ad altri… pesano comunque. Ora è vero che il sistema scolastico è così strutturato e che ovviamente le maestre, una volta scelti i libri, li devono comunque far utilizzare al bambino sia a scuola che a casa ma davvero mi sembra un poco esagerata la questione “zaino pesante” in generale! Che poi al peso dei libri bisogna aggiungere la merenda, materiale extra (es. regoli…), astuccio, etc…

E così una volta portati tutti i libri a casa è iniziato il problema di come portarli tutti a scuola!

Ho abolito in primis la scelta dello zaino trolley , preferendo quello classico da portare sulle spalle. Il trolley sembrerebbe più fattibile per evitare il carico sulla schiena, ma la sua struttura è molto pesante, vuoto senza materiale e libri, figuriamoci pieno! Sarebbe stato impossibile per Marta, ancora piccoletta, trainare lo zaino con trolley nel pulmino e scendere con esso raggiungendo l’aula. Sono quindi passata ad un’altra soluzione: chiedere alle maestre la suddivisione dell’orario scolastico giornaliero con le specifiche materie, così da inserire in cartella solo i libri e quaderni utili per quel giorno. Devo dire che da un lato è servita come soluzione, ci sono giorni che Marta porta con sè pochi libri, ma restano comunque giorni che lo zaino è pesante per la presenza di materie corpose tipo italiano e matematica. A questo poi le maestre sono riuscite a trovare un’ulteriore soluzione: lasciare alcuni libri di alcune materie con i quaderni, in aula. Va benissimo! Restano però giorni che lo zaino continua ad essere pieno e pesante per Marta e non vi nascondo che spesso la costringo a lasciare un libro a casa rischiando di non poter lavorare in classe.

L’argomento non è cosa recente, in quanto parlando con altre mamme di bimbi più grandi, riscontravano le mie stesse problematiche. Addirittura il Ministero della Salute, tanti anni fa, ha pubblicato alcune linee guida tenendo conto proprio del problema degli zaini pesanti e del rischio della salute soprattutto nei ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori. Il Ministero della Salute raccomanda che gli zaini non devono mai superare il 10-15 per cento del peso corporeo dello studente. Anche l’ Accademia Americana di Pediatria  e tanti altri esperti suggeriscono alcune linee guida riguardo la scelta, e l’uso di zaini e cartelle. In generale le raccomandazioni sono:

  • lo zaino deve essere leggero quando è vuoto, proprio per non addizionare il suo peso al carico di libri e materiale
  • Il supporto posteriore meglio se imbottito (quello che poggia sulla schiena) così come gli spallacci anch’essi devono essere imbottiti ed ampi
  • Importante la presenza di una cintura in vita per fissare bene lo zaino e di scomparti multipli per una uniforme distribuzione del peso lungo il corpo
  • Lo zaino non deve avere dimensioni eccessive, assicurarsi che sia adatto al bambino e che non sia molto più grande di lui
  • è importante non portare con sè oggetti inutili ma solo ciò che davvero serve come materiale scolastico
  • portare lo zaino in modo corretto utilizzando entrambi gli spallacci

Ma allora a tutto ciò esiste soluzione? Come mamma sono ancora alla ricerca di una seria soluzione, anzi se voi ne avete già qualcuna da sperimentare accetto volentieri i suggerimenti! Vorrei proporre alle maestre di lasciare tutti i libri a scuola e di portare a casa solo quelli su cui lavorare il pomeriggio, resta un solo dubbio, ovvero,  quando la bambina è assente a scuola. Non può poi svolgere l’assegno a casa per il giorno dopo dato che i libri sono a scuola.

Penso allora che il sistema scolastico va cambiato.  Si potrebbe tornare indietro, ai vecchi tempi, quando noi genitori andavamo a scuola… e non credo sia una cosa giusta! E allora possiamo solo andare avanti… il futuro è “digitale”… Si parla tanto di tecnologia… sarebbe forse giusto iniziare ad adottare nelle scuole libri in formato digitale ed ebook, o comunque alternarli con quelli cartacei, forse solo così gli zaini saranno meno pesanti!

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

  1. CinziaCinzia

    Ciao.Anche Gemma alcuni giorni ha lo zaino molto pesante,dico alcuni giorni perché qui tutto il materiale scolastico viene lasciato in classe e portano a casa solo i quaderni e i libri su cui devono studiare lasciando nello zaino fisso solo l’astuccio ed il diario. Quando il bambino si assenta se non ha il materiale a casa recupera al suo rientro. Lo zaino diventa pieno solo quando ci sono più giorni di festa e portano a casa più libri e quaderni…comunque meglio una volta quando c’erano meno libri almeno i primi due anni e poi fin dall’inizio tutte queste materie…frequenta solo la prima ma sembra essere già alle superiori

    • Secondo me è la soluzione più giusta quella di lasciare tutto a scuola… Concordo! davvero mi sembrano bambini del liceo, altro che prima elementare!

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub