La scelta del passeggino è tra le più difficili e importanti che i futuri genitori si preparano ad affrontare. Il motivo? È presto detto: il passeggino è uno dei prodotti per bambini che si useranno più frequentemente, ogni giorno, magari più volte al giorno, e per anni. Ed è anche uno degli articoli per l’infanzia più costosi, il che rende ancor più necessaria un’adeguata ponderazione prima della scelta definitiva.

Già, ma quali sono gli aspetti che è necessario considerare quando si valuta l’acquisto di un passeggino? Tre in particolare: il peso, la possibilità di ripiegarlo o meno, e il prezzo. Più altri aspetti come le borse portaoggetti in dotazione, o gli spazi per riporre le vostre cose e quelle del bambino. Ovviamente tutto sarà da valutare alla luce delle vostre esigenze, delle vostre abitudini e del vostro budget.

Esistono tanti tipi di passeggini

Cominciamo subito col dire che il passeggino perfetto non esiste. Esistono, invece, tanti diversi tipi di passeggini, ciascuno a suo modo perfetto per un determinato utilizzo. Per i neonati, ad esempio, sono caldamente raccomandati i sistemi componibili, che sono allo stesso tempo carrozzina, passeggino e seggiolino per auto.

I passeggini trio migliori offrono un adeguato sostegno al bambino sia quando è sdraiato che quando è seduto e si fissano all’auto in modo comodo e sicuro. Inoltre, hanno una struttura che si piega per essere velocemente riposta nel portabagagli.

Viceversa, se il bambino ha già l’età per viaggiare con voi, un passeggino pieghevole leggero è proprio quello che ci vuole. Questi passeggini sono meno ingombranti rispetto a quelli classici, oltre che più appunto più leggeri, e hanno una capote che protegge il bambino sia dal sole a picco che dalla pioggia. Alcuni poi hanno anche delle ruote pensate appositamente per terreni sterrati, così da poter portare il vostro bambino in spiaggia o a fare un pic nic sul prato. Infine, per chi non ha particolari esigenze, esistono i passeggini classici, non componibili né pieghevoli, ma comodi per girare in città.

Sicurezza e praticità d’uso

Al di là del modello di passeggino che sceglierete, sono due gli aspetti sui quali non dovreste mai transigere. Il primo è la certificazione di sicurezza, che attesta che il passeggino risponde ai più avanzati standard pensati per la salute del vostro bambino. Questo significa, ad esempio, che potrete essere sicuri quando fissate il vostro passeggino trio alla macchina, o che il passeggino non si piegherà con il bambino dentro. O ancora, che il sistema frenante del passeggino è davvero sicuro.

Il secondo aspetto è quello della comodità. Ovviamente la comodità del passeggino dipende dalle vostre necessità. Ad esempio, qualcuno desidera più scomparti per riporre la propria borsetta, la borsa con l’occorrente per cambiare il bambino, e magari qualche busta della spesa. Altri invece potrebbero prediligere un modello leggero, che si piega con un solo movimento e magari entra nel bagagliaio di una piccola utilitaria. Ci sono poi passeggini in cui la seduta può essere girata al contrario, così da poter fare lunghe passeggiate avendo sempre il bambino sotto controllo.

Qualche consiglio finale: a ciascuno il suo

Come abbiamo detto, non esiste un passeggino perfetto per tutti, che ripari completamente dalla pioggia, sia superleggero, componibile, e magari adatto anche per le scampagnate o i viaggi all’estero. Dovrete quindi necessariamente scegliere in base a quali siano le vostre abitudini e, soprattutto, all’uso che pensate di fare più frequentemente del vostro passeggino. Ad esempio, se avete l’abitudine di fare lunghe passeggiate nella natura, o viaggiate molto per piacere o per lavoro, sicuramente ruote robuste, una capote antipioggia e la facilità di piegare il passeggino saranno da prediligere rispetto ad altre caratteristiche.

Se invece non avete esigenze particolari, il consiglio è di informarvi sui passeggini trio migliori, e scegliere tra questi. Il trio è infatti un modello che presenta notevoli aspetti positivi. Anzitutto, al prezzo di un solo prodotto ne comprate tre: carrozzina, seggiolino e passeggino. Inoltre, è un articolo che cresce insieme al bambino, e questo vi permette di fare la vostra scelta una sola volta anziché trovarvi nel giro di pochi anni a dover cercare di nuovo un passeggino. Infine, è comodo per la città, facile da piegare, e ha quasi sempre uno spazio per le borse, risultando ideale quindi per la vita di tutti i giorni.

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub