torta mimosaQuesta sera andiamo a cena a casa di amici, e poichè oggi  ricorre la Giornata Internazionale della Donna, ho pensato che non potevo farmi sfuggire l’occasione di preparare come dolce, la famosa “Torta Mimosa”, dessert tipico della festa della donna, che si chiama cosi per l’effetto dato dal Pan di Spagna sbriciolato, che ricorda il fiore tradizionale della festa. La torta può essere realizzata in tante varianti, l’importante che l’effetto finale sia quello di una torta rivestita da piccole palline di mimosa! Io ho utilizzato una farcitura semplice con bagna al limone, come mi ha tramandato la mia mamma, ma si possono aggiungere anche pezzi di frutta alla crema oppure utilizzare una bagna diversa.

Ingredienti per 1 Pan di Spagna del diametro di 24 cm:

100g farina
100g fecola
200g zucchero
4 uova
1 bustina di lievito

Ingredienti per la crema chantilly:

500ml latte intero
5 uova solo tuorli
50g farina
200g zucchero
1 bustina vanillina
200ml panna liquida

Per la bagna al liquore

200ml acqua
10oml liquore (limoncello)
100g zucchero

Procedimento

Innanzitutto preparate il Pan di Spagna: separate i bianchi d’uova dai tuorli e montateli a neve; mescolate poi i tuorli con lo zucchero ( ho utilizzato le fruste di uno sbattitore elettrico) e aggiungete le farine; infine unite i bianchi montati a neve, la bustina di lievito e continuate a lavorare il composto. Versate l’impasto ottenuto in una teglia imburrata ed infarinata del diametro  di 22-24 cm, e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 30-40 minuti.

Nel frattempo potete preparare la crema: mettete in un tegame i tuorli d’uovo e lo zucchero e mescolate con un cucchiaio di legno, dopo aggiungete la farina, la vanillina e aggiungete il latte lentamente. Cuocete a fuoco lento e fate addensare. si può aggiungere alla crema una buccia di limone fresco (da togliere quando sarà cotta), oppure delle gocce di essenza al limone per creme. Quando la crema sarà pronta metterla in un recipiente e lasciarla raffreddare. Quando la crema pasticcera sarà ben fredda, aggiungere delicatamente con una spatola la panna montata.

Una volta che anche  il pan di Spagna è ben freddo, tagliarlo in due parti, eliminare la calotta superiore e, lasciando un bordo di circa 3 cm, togliete con le mani tutta la parte interna e mettetela da parte, facendo attenzione a non raschiare tutto il fondo, ma lasciando uno spessore almeno di 1 cm. Preparate la bagna sul fuoco miscelando acqua, zucchero, e in questo caso, limoncello, e bagnate il pan di spagna in modo uniforme.

img_0149 img_0150

 

img_0151 img_0152

 

img_0153 img_0154

 

Aggiungete una parte di crema chantilly al  pan di spagna precedentemente estratto e fatto a pezzetti,( mettetevi da parte per la decorazione un pò di crema chantilly e un pò di pan di spagna sbriciolato)e versate il tutto all’interno del pan di spagna. Livellate bene e richiudete con la calotta di pan di spagna bagnando quest’altro disco. Rivestite con una spatola l’intera torta mimosa con la crema restante e sbriciolate il pan di spagna sulla superficie e sui lati della torta. Continuate fino a ricoprire l’intera torta mimosa. Ponete la torta in frigorifero per almeno 3 ore prima di servire.

img_0155 img_0179

 

Infine non poteva mancare la prova assaggio! Timorosa ho sottoposto la mia creazione al capochef . Dalle foto si percepisce il suo gradimento.

img_0169 img_0171

 

img_0173 img_0163

 

img_0164 img_0166

 

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

  1. TeresaTeresa

    La torta era squisita!Tutti hanno gradito! ve la consiglio.Provate e fatemi sapere!

  2. armando

    ummm l’ aspetto è invitante. Adoro mettermi alla prova…..

  3. nonna

    Brava Teresa, dall’aspetto è invitante, ma guardando il capochef penso che sia anche buona, lei sì che se ne intende…. quindi sicuramente farai bella figura stasera…Un consiglio tienila lontana dalla portata del capochef Ciao ciao e buona serata 😉 🙂

  4. Marta hai avuto un bel pensiero..ma la riesci a portare o la finisci tutta?? 🙂

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub