asilo; routineAlzarsi al mattino per andare a lavoro e contemporaneamente vestire i bambini per andare a scuola, durante la settimana, risulta spesso molto stressante e si finisce per iniziare la giornata con il piede sbagliato! Organizzare una routine a seconda delle esigenze familiari può rendere tutto più semplice e meno traumatico per la mamma e per i bambini! Fortunatamente qui a casa ho soltanto Marta, la mia prima figlia, che al mattino deve prepararsi per andare a scuola, ma ritrovandomi sempre da sola e con un piccoletto che si sveglia presto e che richiede le sue attenzioni dall’attimo in cui apre gli occhi, risulta comunque un’impresa! Già dallo scorso anno svegliare Marta, vestirla, etc… per l’asilo è stato davvero stressante: capricci perché aveva sonno e quindi non voleva alzarsi, capricci perché guardava poca tv durante la colazione, capricci per vestirsi… una volta voleva prima il latte e poi lavarsi, e un’altra mattina voleva fare al contrario… ed io pur di evitare lotte già dal mattino e di fare presto assecondavo spesso le sue richieste ma mai senza aver prima urlato e continuato per ore a dire: “è tardi!” “è tardi!”… Insomma un incubo! Quest’anno, che Marta ha iniziato la prima elementare, mi sono ripromessa di non cadere negli stessi errori dello scorso anno e così ho creato una routine!

La routine solitamente rassicura. Per i bambini fare sempre le stesse cose in determinati momenti li tranquillizza e soprattutto li rende capaci di prevedere cosa accadrà nell’attimo dopo; inoltre la routine permette loro di sapere quanto tempo occorre per fare quella cosa, nonostante non sappiano leggere l’orologio e/o misurare il tempo che passa! Quindi organizzare bene la mattinata dal risveglio a quando bisogna scendere per prendere lo scuolabus (nel nostro caso), ha portato Marta a fare tutto con molta tranquillità e ad avere anche un po’ di tempo a disposizione per guardare i cartoni animati.

Ecco alcune cose da tener conto per rendere tutto meno complicato e più sereno!

  • Innanzitutto assicurarsi che il bambino ha dormito abbastanza, quindi è importante andare a letto presto così la mattina è più facile il risveglio.
  • Preparare i vestiti la sera prima: Marta ha la divisa scolastica quindi un capriccio in meno su cosa mettere, ma io comunque preparo tutto la sera anche i miei vestiti, li sistemo nel bagno e al mattino non perdiamo tempo… abbiamo tutto a portata di mano!
  • Preparare lo zaino per la scuola la sera prima: lo zaino ma anche la borsa e tutto ciò che può servirci a lavoro, evitando che al mattino corriamo per cercare quello che occorre rischiando di fare tardi e di perdere tempo.
  • Alzarsi prima del bambino: io lo faccio sempre e mi trovo benissimo. Ho quell’attimo di pace e di tranquillità per fare colazione da sola e vestirmi così poi posso dedicarmi solo ai bambini. Certo non è sempre così, purtroppo, perchè il mio piccoletto appena mi alzo decide di svegliarsi anche lui, ma faccio di tutto al mattino perchè questo non possa capitare!
  • Mantenere la calma ed essere paziente: più noi andiamo di fretta e ci arrabbiamo urlando, più il bambino rallenta e inizia con i capricci.

Una volta stabilita la routine, anche coinvolgendo il bambino nella decisione delle varie cose da fare, con il tempo tutto verrà sempre più spontaneo ed il bambino parteciperà attivamente vestendosi da solo, etc… Ovviamente per far sì che tutti i compiti della routine vengano svolti velocemente basta fare prima le cose meno desiderate e attese dal bambino per arrivare alla colazione, oppure alla tv alla fine così il bambino si sente anche motivato a fare presto. Difatti con Marta abbiamo stabilito la routine in questo modo: Sveglia, lavarsi e vestirsi, poi colazione e tv e poi scendiamo per andare a scuola.

Anche voi con i vostri bimbi avete una routine al mattino oppure svolgete la varie cose come capita?

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub