nataleIl Natale è ormai alle porte: sappiamo che è la festa per eccellenza dei bambini che aspettano con ansia l’arrivo di Babbo Natale, che porta loro i doni che hanno chiesto nella letterina. Natale è la festa della gioia, della serenità, la festa delle luci, degli alberi addobbati, delle canzoncine natalizie, dei lavoretti dei bambini, etc…

Natale però non è solo questo! Il Natale è fatto di tradizioni sia sociali che religiose. E’ infatti la festività cristiana che celebra la nascita di Gesù, e tra le feste è la più sentita tra i cristiani; tuttavia, oggigiorno ha assunto più un significato laico legato allo scambio di doni, alla gioia in famiglia e alla figura di “Babbo Natale”. Trai i simboli di tale festività ritroviamo la corona d’avvento, il presepe, l’albero di Natale, la figura di Babbo Natale, lo scambio di doni e di auguri.

Il Natale è la festa dei bambini, ma è bello ricordare loro il vero senso del Natale che non è solo l’attesa dei regali.  Al di là di tutto il Natale resta in primis una festa religiosa, Gesù che viene come “dono” per l’umanità. E’ quindi importante raccontare ai bambini la storia di Gesù e della sua nascita come si faceva un tempo. L’attesa di questo lieto evento può essere un modo per prepararli alla bellissima festa che sta per arrivare. Magari costruendo un calendario dell’avvento insieme a loro che segna i giorni che mancano per tutto il periodo natalizio fino alla nascita di Gesù. Attraverso il calendario i bambini possono comprendere i giorni che trascorrono e nasce in loro l’attesa per questo momento di festa e anche l’attesa dell’arrivo dei doni. Perchè sappiamo tutti che anche se cristiani, i bambini aspettano anche l’arrivo di Babbo Natale che porta loro i doni.

Ma il senso del Natale possiamo trasmetterlo ai bambini anche nella scelta dei regali da ricevere: si può far comprendere loro che non si può avere tutto, che si può scegliere giusto qualcosa e magari scegliere, con loro, un regalo anche per chi è più bisognoso. La presenza del presepe in casa, per chi è credente, è il simbolo per eccellenza del Natale e anche se i bambini sono affascinati dalle luci e dall’albero di Natale, spiegare loro la nascita di Gesù attraverso il presepe, li può aiutare a comprendere meglio la storia della venuta di Gesù. E così sempre attraverso il presepe possiamo attualizzare il senso del Natale ai nostri giorni: la povertà, i bambini che non hanno una casa e quindi gli immigrati, etc.

Natale è la festa della fratellanza, dell’amore, della condivisione e anche chi non è credente non può non trasmettere ai bambini il senso del Natale: altruismo e amore verso i poveri e le persone più bisognose. Solo tenendo presente tali valori potremmo davvero dire che abbiamo vissuto il “Natale”.

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub