leggere un libroLeggere un libro è una delle attività che piace tanto a Marta, e alla mamma ed al papà che amano leggere insieme a lei! Leggere è stato per Marta un “gioco”, proposto quando aveva 12 mesi, e con interesse continua ancora adesso. Il  suo primo libro è stato un libro sonoro di Minnie, adatto proprio per quell’età dove l’interesse del bambino è nel guardare le figure e sfogliare con le manine le pagine velocemente, per poi ricominciare ancora una volta. Quando ho visto che Marta era interessata al libro, le ho comprato dei libri  da lettura piccoli e  cartonati,  con brevi frasi e facili da leggere, e logicamente del suo cartone preferito “Peppa pig”, per aumentare l’interesse e l’attenzione. E’ iniziato così l’interesse di Marta  per i libri! Leggere un libro è un’attività molto importante consigliata da pediatri e specialisti: aumenta i tempi attentivi, crea l’abitudine all’ascolto, è un’esperienza piacevole sia per l’adulto che per il bambino, e rafforza il legame affettivo tra chi legge e chi ascolta. Leggere un libro è un’occasione di sviluppo cognitivo ed affettivo e prepara il bambino alla lettura e all’apprendimento.
Anche in questo caso non bisogna obbligare il bambino oppure costringerlo a stare seduto per ascoltare la storia.leggere un libro Tutto deve avvenire senza costrizioni, ma per “gioco” e curiosità. Lasciamo al bambino l’opportunità di conoscere, toccare e sfogliare un libro, la sua curiosità lo porterà a scoprire e a chiedere a noi adulti, cosa racconta quell’immagine. Lasciamo che il bambino sfogli insieme a noi il libro in modo da vedere bene le pagine; se il bambino è ancora piccolo, basta descrivere velocemente cosa raffigura quella pagina, magari nominando giusto un’azione, oppure una figura e poi passare avanti perchè i tempi attentivi saranno di sicuro brevi e il piccolo può perdere la curiosità ed annoiarsi. Con il tempo, invece, il bambino resterà più tempo su di una figura mostrando interesse e chiedendo maggiori dettagli. Dopo poi sarà lui a leggere da solo la storia!
Questo “gioco” per Marta si è ormai trasformato in routine. Leggere un libro è un ‘attività che facciamo insieme ogni sera, a turno io e il papà con lei. E’ un momento di tranquillità e condivisione, prima di addormentarsi. Attualmente oltre ai libri di Peppa Pig se ne sono aggiunti di nuovi alla nostra biblioteca! Certo io e il papà ormai li sappiamo a memoria, ma lasciamo che sia lei a scegliere il libro da leggere.

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

  1. Cinzia

    Anche Gemma,ormai quasi 3anni, ha iniziato ad appassionarsi ai libri quando era proprio piccolina,inizialmente quelli sonori e musicali ed ora siamo arrivati alle favole.Quando andiamo nei centri commerciali dobbiamo sempre entrare in qualche libreria e non ne usciamo mai con le mani vuote inoltre non vede l’ora di diventare grande perché deve”leggere tutti i libri di mamma e papà che non hanno i disegni ma sono solo tutti scritti”.Spero proprio che questa sua passione duri a lungo.

  2. Maria Carla

    Anche il mio piccolo di 15 mesi ha mostrato già da un pò un forte interesse per i libri, in particolare quelli i cui sono raffigurati gli animali. Sfogliando e risfogliando il suo primo libricino ha imparato tutti i versi degli animali ed ora sta cominciando ad interessarsi a libri con altre tematiche come i mezzi di trasporto, il cibo o gli oggetti presenti nella sua cameretta. Molto divertenti sono anche i libri interattivi nei quali gli viene chiesto di aprire delle finestrelle. I nonni hanno avuto un ruolo fondamentale nel coltivare questa passione, lui adora ascoltarli mentre gli descrivono le figure del libro. Spero che crescendo continui a mostrare lo stesso interesse per i libri. 🙂

    • TeresaTeresa

      Grazie Maria Carla per la tua esperienza! I libri aiutano a sviluppare il linguaggio, ed in commercio davvero ne esistono tanti anche per i più piccini! Penso proprio che continui l’interesse dei nostri bimbi per i libri anche in futuro, soprattutto se noi continuiamo ad alimentare in loro l’interesse. In bocca a lupo per la tua esperienza di mamma!

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub