giochi sempliciI bambini apprendono molto presto ad imitare gli altri, di solito sperimentano l’imitazione  nella prima infanzia, attraverso giochi semplici e varie attività. Iniziano prima su sé stessi a fare dei giochi imitativi (spazzolarsi i capelli, oppure fare finta di mangiare… etc.) per poi passare ad eseguire azioni che coinvolgono anche gli altri (dare da bere ad una bambola…etc). Fin dai primi mesi di vita ogni bambino ha una predisposizione ad imparare e apprendere nuove cose imitando i suoi genitori e le persone che si occupano di lui e si relazionano con lui quotidianamente. Ed infatti proprio attraverso l’imitazione il bambino impara a svolgere tante azioni.

I giochi semplici che si possono fare con il bambino piccolo e con il neonato sono quindi importanti perché consentono al bambino di apprendere divertendosi, favorendo la coordinazione e l’intelligenza logica. Attraverso l’imitazione inoltre il bambino si relaziona con l’altro, rafforzando le sue competenze emotive e sociali, e sviluppa il linguaggio imparando nuovi suoni e paroline. I primi giochi di imitazione sono appunto quelli “sonori”, si passa poi alla manipolazione di costruzioni, di oggetti e giochini vari fino ad arrivare ad un’imitazione sempre più completa attraverso l’utilizzo di giocattoli dove il bambino può imitare le azioni quotidiane dei genitori e degli adulti in generale.

Molto spesso noi mamme affermiamo di non avere abbastanza tempo da dedicare ai nostri figli eppure non ci accorgiamo che anche mentre svolgiamo le nostre faccende quotidiane loro sono lì ad osservarci e soprattutto ad imitarci! Quindi anche “spolverare” per il bambino può diventare un gioco. Ormai mio figlio non aspetta altro: io prendo lo strofinaccio per spolverare e lo spruzzino, uno strofinaccio anche a lui, con lo spruzzino ovviamente, ed ecco un momento per giocare insieme! Io spolvero davvero, lui mi imita ed impara un’azione nuova.

Vi sono quindi dei giochi semplici e delle attività per facilitare l’imitazione ed aiutare così il bambino nel gioco imitativo. Ecco di seguito alcuni esempi di giochi semplici che coinvolgono nello specifico, le varie aree di sviluppo.

  • Imitazione dei gesti e delle espressioni facciali: incoraggiare il bambino a copiare vari gesti ed espressioni facciali (cacciare la lingua, dare un bacio, toccare la testa, imitare un volto che ride, un altro accigliato, un altro ancora che piange, battere le mani, fare ciao… etc)
  • Esecuzione di compiti semplici: a seconda dell’età del bambino si possono dare alcuni ordini semplici (spegni la luce, apri la porta, metti a posto, metti dentro nel…, sparecchiare dopo pranzo, etc.) Le stesse azioni si possono presentare al bambino anche a livello grafico sottoforma di immagini per interiorizzarle meglio.
  • Attività sensoriali: con delle piume morbide si può fare del solletico al bambino anche più piccolo, magari toccandogli i piedini, oppure le manine e varie parti del corpo. Lasciarlo libero di manipolare e toccare le piume ed invitarlo a farlo su se stesso e poi su di un amichetto e sull’adulto referente.
  • Manipolare e giocare con giornali e riviste: sfogliarli proprio come fanno mamma e papà, guardare le figure, nominare magari le varie immagini. Lasciare il bambino libero di strappare le pagine, arrotolarle oppure fare piccoli pezzetti di carta o palline di carta e riempire i contenitori.
  • Giocattoli per “far finta di…” : dare al bambino vari contenitori, ognuno contenente semplici oggetti per imitare le azioni della vita quotidiana (es. un contenitore con bambole, vestitini, pannolini, etc…; un altro con tazzine, posate, piattini, etc…; un altro ancora con il pettine, asciugacapelli in plastica, mollette, bambola con capelli lunghi…).
  • Matite, quaderni, agende: dove il bambino può imitare i propri genitori, oppure la maestra a scrivere, colorare…
  • Gioco del cucù-tete: per i bambini più piccini. Mettere a disposizione del bambino coperte, lenzuola…nascondersi e poi invitare il bambino a fare lo stesso. Piace tanto anche ai bimbi più grandi!
  • Giocare con la palla: lanciare la palla in un cesto ed invitare il bambino a fare lo stesso, presentare altre azioni/giochi con la palla e far imitare il bambino.
  • Canzoncine e musiche: che coinvolgono gesti e azioni sono delle attività molto importanti per favorire il linguaggio nel bambino e soprattutto l’imitazione.

 

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub