fare shopping con i bambiniVi siete mai trovati in giro per i negozi a fare shopping e notare mamme, ma anche genitori, in preda al panico per i capricci dei propri figli?!!! A me capita spesso, soprattutto nei centri commerciali e sono sempre dell’idea che il problema non sono i bambini, bensì i genitori!!! E’ vero che ci sono bimbi terribili ma alla base c’è sempre il problema regole da rispettare! Ebbene sì, anche per fare shopping con i bambini  ci sono regole! Ad essere sincera con la mia prima figlia Marta non abbiamo mai avuto problemi nel fare shopping con lei, anzi forse in quattro anni non ho mai lasciato la mia piccola dai nonni per andare in giro a fare shopping sola con mio marito. E’ un momento anche questo di condivisione familiare che noi dedichiamo di solito al sabato pomeriggio. Preferiamo andare nei centri commerciali così tra un negozio ed un altro facciamo una pausa al bar, un giro sulle giostre e spesso terminiamo la serata con pizza e poi torniamo a casa! Marta non ha mai fatto un capriccio, per nostra fortuna, in un negozio pretendendo un giocattolo oppure per acquistare per forza qualcosa. Certo dipende pure dal carattere della bambina, ma sono convinta che è anche grazie a me e a mio marito e alle regole date fin da quando era piccolina, che attualmente fare shopping con Marta non è un problema.

Ma vediamo insieme come fare shopping con i bambini in piena tranquillità!

Innanzitutto scegliamo il momento giusto per uscire: quando noi genitori non siamo stanchi  ma soprattutto quando non è stanca la bambina! Ed ora che c’è anche il piccolo Matteo, ad esempio, preferisco uscire non appena lui ha terminato la poppata, così si addormenta e per la prima oretta almeno siamo tutti tranquilli. Poi un’altra cosa che ho sempre fatto è quella di anticipare alla bambina dove andiamo e soprattutto cosa facciamo. Se si stratta di fare solo la spesa allora decidiamo prima a casa se comprare anche qualcosa per lei tipo ovetto kinder, caramelle etc così poi al supermercato lei non mi chiede altro considerato che avevamo già deciso una cosa sola! Logicamente una volta deciso e promesso cosa acquistare (che sia ovetto, giocattolo, vestito etc) la promessa va mantenuta! E quindi è importante essere coerenti nelle regole e nelle promesse fatte. Se siamo diretti al centro commerciale e quindi ad uno shopping più lungo, porto sempre con me la merenda e acqua (quella non manca mai in borsa) altrimenti, come ho detto prima, ci fermiamo per una pausa! All’interno del negozio coinvolgo sempre Marta sia per quanto riguarda la spesa che se si tratta di altri acquisti, anzi ora che è più grande prende lei le cose dagli scaffali e le posa nel carrello! Il carrello a proposito…una santa cosa!!! Marta è stata nel carrello sempre, ora che è cresciuta c’è una piccola difficoltà per quanto riguarda la spesa e nei negozi di abbigliamento per lei, poichè, nonostante le regole ripetute e straripetute (di non allontanarsi, di chiedere il permesso nel toccare le cose…etc.) tende comunque ad allontanarsi per guardare le cose di suo interesse. Nel supermercato ho risolto così: porta lei il carrello/cestino piccolo con ruote. Nei negozi di abbigliamento invece camminiamo con la mano e guardiamo i vestiti insieme! Quindi un’altra regola importante è: rendere partecipi i bambini nello shopping! Inoltre quando usciamo Marta porta sempre con sè un giochino, una bambola così da impiegare il tempo se per caso dovesse annoiarsi nel corso dello shopping.

Per adesso ci riteniamo ancora fortunati in quanto durante lo shopping Marta rispetta le regole e non si annoia, adesso vedremo con il piccolo Matteo cosa succederà! Sicuramente le regole date a Marta e la gestione delle uscite tutti insieme sarà la stessa…unico problema è vedere come risponderà Matteo…perchè non dimentichiamo mai: ogni bambino è a sè! Vi terrò aggiornate se per caso dovrò inserire nuove regole per fare shopping con i bambini! E voi come gestite lo shopping con i vostri bambini?

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub