Babbo NataleQuando siamo a casa io e la mia bambina ci divertiamo molto a fare i lavoretti con colla, tempere, etc. Quest’anno oltre alle classiche palline di Natale da decorare, abbiamo realizzato con del materiale di riciclo messo da parte nei mesi precedenti, un Babbo Natale di carta che alla mia bimba è piaciuto tanto. Non ci vuole molto tempo per realizzarlo, basta mettere da parte dei rotoli di carta igienica, un pò di carta crespa, ovatta e colla e il Babbo Natale è pronto! Vediamo insieme l’occorrente che ho utilizzato.

Occorrente:

Colla stick

colla a caldo oppure colla UHU

Rotolo di carta igienica

ovatta

carta crespa rossa, e rosa per il viso

cartoncino

Procedimento: Innanzitutto ho rivestito il rotolo con della carta crespa rosa per realizzare poi dopo il viso di Babbo Natale utilizzando la colla stick; ho preso un cartoncino qualsiasi per realizzare il cappello, gli ho dato la forma di un cono e l’ho poi rivestito con della carta crespa rossa. Se non avete la carta crespa può andare bene anche un cartoncino rosso così da non rivestirlo! Una volta realizzato il cappello l’ho fissato con la colla a caldo su di una delle parti del rotolo. Ho poi disegnato gli occhi, va bene sia un pennarello nero, un cartoncino nero, io avevo dei ritagli di carta adesiva vellutata nera ed ho utilizzato quella. Con l’ovatta ho incollato i baffi e la barba, rivestito il bordo del cappello e la  punta con una pallina. Infine poi ho rivestito la parte bassa del rotolo con la carta rossa per il vestito e incollata una striscia nera per fare la cintura. Dietro con della carta crespa ho realizzato un piccolo sacco per mettere delle caramelle. Ed ecco Babbo Natale!

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

  1. Caso Pingback o Trackback

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub