chiacchiereLe Chiacchiere sono un dolce della tradizione italiana, tipico del periodo di Carnevale. A seconda delle regione italiana, le chiacchiere sono chiamate con nome diverso: frappe, cenci, crostoli, bugie, etc. Sono un dolce molto friabile a base di farina ed uova che viene cotto in olio bollente ma può essere anche cotto al forno (per una versione più light). La loro forma è quella di una striscia di lunghezza diversa, con i bordi a zig-zag, che spesso si presenta attorcigliata. La ricetta delle chiacchiere che vi propongo è senza zucchero e lievito, è una ricetta semplice che le rende friabili, leggere e gustose. Vediamo insieme gli ingredienti ed il procedimento.

Ingredienti:

300 gr. farina

3 uova

50 gr. burro

1 pizzico di sale

un pò di liquore limoncello

1 bustina di vanillina

zucchero a velo

Procedimento:

Disporre su un piano di lavoro la farina a fontana, e al centro mettere le uova, il burro, il liquore, il pizzico di sale e la bustina di vanillina. Lavorare il tutto con le mani fino ad ottenere un impasto morbido e compatto. Per comodità, personalmente, ho lavorato l’impasto nell’impastatrice. Lasciare riposare la pasta ottenuta per circa 30 minuti. Una volta trascorso il tempo necessario, dividere la pasta in piccole porzioni e stendere l’impasto con un mattarello ed ottenere una sfoglia di spessore sottile, con una rotella tagliare tante strisce di forma, e lunghezza diversa. Nel frattempo portare ad ebollizione l’olio di semi in una pentola dai bordi alti. Friggere le chiacchiere un pò per volta fino a completa doratura su entrambi i lati. Togliere dall’olio con un mestolo forato ed adagiare su carta assorbente oppure in una scolapasta, così da eliminare l’olio in eccesso. Una volta raffreddate cospargere di zucchero a velo e servire. Le chiacchiere spesso vengono servite con del sanguinaccio.

 

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub