uso dei cookieDa un pò di tempo, mi sono accorta che su alcuni siti che normalmente frequento, è spuntato un banner in alto o in basso alla pagina con la dicitura “Questo sito web fa uso dei cookie per migliorare la navigazione, etc.etc.”. Incuriosita del fatto e sospettando che una nuova legge imponesse l’inserimento del banner, mi sono messa alla ricerca per capire come e se dovessi adeguare anche il mio sito.

Dunque, la Commissione Europea, a gennaio del 2012, ha presentato una proposta di regolamento sulla privacy, destinato a sostituire la direttiva in vigore con efficacia immediata per tutti gli stati membri. In questo nuova direttiva, c’è una parte che disciplina l’uso dei cookie. Vi riporto il testo: Il consenso dovrebbe essere prestato esplicitamente con qualsiasi modalità appropriata che permetta all’interessato di manifestare una volontà libera, specifica e informata, mediante dichiarazione o azione positiva inequivocabile da cui si evinca che consapevolmente acconsente al trattamento dei suoi dati personali, anche selezionando un’apposita casella in un sito Internet o con altra dichiarazione o comportamento che indichi chiaramente in questo contesto che accetta il trattamento proposto. Non dovrebbe pertanto configurare consenso il consenso tacito o passivo“. Tale direttiva è stata recepita il 4 Giugno 2014 dal nostro Garante della Privacy che ha dato un anno di tempo affinchè tutti i siti web che fanno uso dei cookie si adeguassero.

Per capire di cosa si tratta, bisogna sapere prima di tutto cosa sono i cookie e perchè hanno avuto questa attenzione.

I cookie, sono dei piccoli file creati dai siti web visitati al fine di memorizzare le informazioni di navigazione del visitatore, ad esempio i dati del profilo, preferenze sulla lingua ecc. Esistono due tipi di cookie. I cookie proprietari che vengono impostati dal dominio del sito che si sta visitando . I cookie di terze parti  invece, provengono da altri domini incorporati sempre nel sito che si sta visitando. Questi, memorizzano i dati di navigazione per fornirli ad esempio agli investitori pubblicitari al fine di mostrare gli annunci più pertinenti (tipo le pubblicità di google, facebook, etc).

Il problema dov’è? Bene, siccome i dati inseriti nei cookie proprietari, sono forniti dallo stesso visitatore, che si iscrive ed accede al sito web magari impostando le proprie preferenze, lascia intendere la chiara volontà dell’utente affinchè si memorizzino i propri dati. Per i cookie di terze parti questo non succede, basta semplicemente visitare una singola pagina di un sito web per vedersi scaricati i cookie nel computer e tracciate le proprie navigazioni all’insaputa dell’utente stesso. La nuova direttiva europea serve quindi a mettere un freno all’uso dei cookie smoderato, non ammettendo più il consenso tacito o passivo.

Come mettere in regola quindi il proprio sito web? Le modalità semplificate per l’informativa individuate dal Garante della Privacy, indicano che bisogna mostrare: un banner che includa un messaggio per informare gli utenti che il sito utilizza i cookie; un link che punti ad una apposita pagina in cui si descrive l’uso dei cookie fatto dal sito e infine un secondo link, che permetta al visitatore di dare il consenso e continuare nella navigazione.

Nel prossimo articolo “Inserire il banner per il consenso all’suo dei cookie“, vedremo come inserire e personalizzare il banner in modo semplice e cosa scrivere nella pagina da dedicare alla “cookie policy”. Non mancate!

 

Info sull'autore

Teresa
Teresa
Sono mamma, blogger per passione, laureata in terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, da sempre nel settore della prevenzione e riabilitazione, svolgo il mio lavoro presso studi privati e centri di riabilitazione; collaboro con ludoteche per la presentazione di progetti educativi e ludici in età evolutiva

Commenti

Cosa ne pensi? Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Nome* Email* Sito Web

altri articoli

Ultimi Commenti



 
Stikets
 
TicketClub